MERCOLEDI’ 12 GENNAIO H 18.00 – Palazzina Briati – Venezia – “LE RELAZIONI PERICOLOSE: MATRIMONI E DIVORZI TRA FEMMINISMO E MARXISMO” …Incontro con Cinzia Arruzza – autrice del libro

Il femminismo ha modificato le società moderne permettendo alle donne di conquistare diritti e partecipare alla vita politica. Nel corso della sua storia si è incontrato e scontrato con la cultura della sinistra a cominciare dal marxismo.
Il libro analizza i matrimoni e i divorzi tra questi due pensieri e le risposte divergenti offerte nel corso della storia dalle teoriche femministe: si è tentato di fare dell’oppressione di genere un’estensione del rapporto di sfruttamento, di leggere i rapporti tra uomini e donne in termini di antagonismo di classe, o ancora di affermare la priorità dell’oppressione patriarcale rispetto allo sfruttamento capitalista. L’autrice propone di superare la vecchia dialettica delle “priorità”, analizzando la trasformazione delle logiche patriarcali durante il capitalismo e individuando gli intrecci tra rapporti di sfruttamento, dominio e oppressione.

Cinzia Arruzza è Assistant Professor of Philosophy alla New School for Social Research a New York. Ha curato per Edizioni Alegre i volumi Pensare con Marx, ripensare Marx. Teorie per il nostro tempo (2008) e Cosa vogliamo? Vogliamo tutto. Il Sessantotto quarant’anni dopo (2008), e ha tradotto per Ponte alle Grazie e Alegre alcuni libri di Slavoj Žižek e Daniel Bensaïd.

MERCOLEDI’ 12 GENNAIO  H 18.00- PALAZZINA BRIATI- DORSODURO VENEZIA

About vengoprima

Dal 2006 a Venezia ci battiamo contro il sessismo, l'omofobia, la lesbofobia, la violenza di genere attraverso ogni mezzo disponibile creando un discorso organico che vada dalle lotte sul territorio per la difesa dei diritti delle donne, alla comprensione di una soggettività più complessa e queer.
This entry was posted in appuntamenti. Bookmark the permalink.

1 Response to MERCOLEDI’ 12 GENNAIO H 18.00 – Palazzina Briati – Venezia – “LE RELAZIONI PERICOLOSE: MATRIMONI E DIVORZI TRA FEMMINISMO E MARXISMO” …Incontro con Cinzia Arruzza – autrice del libro

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *